La riabilitazione uro-ginecologica

riabilitazione

La riabilitazione uro-ginecologica o rieducazione del pavimento pelvico comprende le techniche fisioterapiche applicate per insegnare a controllare i muscoli del pavimento pelvico. La funzione del pavimento pelvico è di evitare la perdita di feci o di urina e di sostenere gli organi interni.

Pazienti con prolassi di vescica o utero o retto, perdite di urina o feci (tipicamente incontinenza da sforzo, ossia perdite causate da sforzi fisici come tossire, starnutire, sollevare pesi), complicazioni dopo un intervento alla prostata o dopo isterectomia, mamme dopo un parto naturale travagliato con o senza trauma ai nervi sacrali o episiotomia, bimbi che fanno la pipì al letto possono essere aiutati molto bene con questo metodo di allenamento. Si tratta di esercizi per imparare a conoscere e a controllare i muscoli del pavimento pelvico. In caso invece di spasticità del pavimento pelvico (per esempio dove si avvertono dolori durante i rapporti sessuali) o di costipazione, il rilassamento della muscolatura pelvica può dare tanto sollievo. Nelle fasi del pre- e post-parto invece queste tecniche hanno un ruolo importantissimo di prevenzione.

Gli obiettivi della riabilitazione uroginecologica possono essere rappresentati dai seguenti punti:

  • recupero dell’attività muscolare e della forza dei muscoli del pavimento pelvico
  • recupero delle funzioni alla base della continenza volontaria
  • ripristino delle corrette sinergie e del comando
  • prevenzione delle recidive

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *