Come praticare autonomamente un massaggio anticellulite

Automassaggio contro la cellulite

La cellulite colpisce almeno l’80%delle donne ed è uno dei principali fattori di problemi fisici femminili che spesso portano a soluzioni chirurgiche o invasive come il laser, la cavitazione medica e la mesoterapia. Queste possono essere considerate procedure a rischio, anche per un adulto.

La cellulite si forma più spesso sulle cosce e conferisce alla pelle un aspetto granulare. Tuttavia ci sono metodi meno invasivi , insieme a creme anticellulite, per cercare di sbarazzarsene o quanto meno limitarla-

Come si forma la cellulite?

La pelle è composta da diversi strati di tessuti, tra i quali il tessuto adiposo ricavato da cellule adipose. Quando l’apporto di grassi diventa troppo alto, queste cellule grasse aumentano di numero e dimensioni a causa dell’eccesso di lipidi. Di conseguenza, creano deformazioni sulla superficie della pelle conosciute come cellulite e possono avere un effetto sugli ormoni – in termini di salute, quindi causa non solo problemi fisici ma anche psicologici.

Il massaggio è uno dei modi migliori per ridurre la cellulite.

Non solo migliora la circolazione intorno alla zona della cellulite (che ha l’ulteriore vantaggio di rimuovere le tossine dal tuo corpo), ma aiuta anche ad abbattere il grasso che causa la cellulite.

L’automassaggio o il massaggio assistito da un partner o da uno specialista è un ottimo modo per abbattere i depositi induriti e per coccolare il corpo.

Inizia con una carezza leggera usando movimenti lunghi e fluenti sulla pelle.

Lavorare dalle estremità verso il cuore per favorire l’aumento del flusso di sangue attraverso le vene periferiche e i capillari del sistema circolatorio.

Successivamente utilizza entrambe le dita per le aree più piccole come il ginocchio interno, le braccia o i polpacci e “impasta” a mano su aree più grandi come fianchi, cosce e pancia.

È un tipo di massaggio a compressione e sollevamento, simile a quando stai impastando.

Usa entrambe le tecniche manuali con fermezza per avvicinare il sangue alla superficie ed eliminare i depositi di tossine.

Assicurati di spremere, ma non troppo! Vuoi stimolare la circolazione verso quei punti problematici senza farti male.

Hai problemi post-parto? Richiedi una visita presso specialistica per trovare le cause.

Fase tre, metti le mani a pugno per schiacciare quei brutti rigonfiamenti della cellulite.

Premi abbastanza forte da spezzare quei punti problematici e aiuterai a manipolare i depositi in modo che il metabolismo del tuo corpo possa gestirli meglio in modo naturale.

La quarta fase del programma di massaggio anticellulite è la manipolazione del tessuto superiore e viene effettuata afferrando un’ampia porzione dell’area problematica in ciascuna mano, assicurandosi che i pollici siano ad angolo retto.

Alla fine ritorna a massaggiare profondamente dalla periferia degli arti verso il cuore come avevi fatto all’inizio.

Questo tipo di massaggio profondo aiuta la circolazione linfatica e sanguigna , le tossine imprigionate vengono eliminate tramite la diuresi e mediante l’azione metabolica del drenaggio linfatico e del normale flusso sanguigno.

Il massaggio finlandese

Sfruttate al massimo la doccia post massaggio utilizzando una  spazzola per il corpo asciutta per incoraggiare ulteriormente l’abbattimento di eventuali depositi di grasso.

Usa sempre una crema o un gel efficace per migliorare i benefici del tuo massaggio.

Massaggiare fino alla completa assorbimento della crema, utilizzando movimenti ascendenti su tutto il corpo. La cellulite può mostrarsi solo in alcune aree ma è essenzialmente un problema di tutto il corpo. Per risultati ottimali, applicare due volte al giorno (mattino e sera).

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *