Dott.sse Roberta Galli e Annalisa Marcucci

Psicologhe Psicoterapeute specializzazione in Psicoterapia Sistemico Relazionale presso il Centro  di Terapia della Famiglia di Ancona.

Aree d’ intervento:

  • Disturbi della Personalità,
  • Attacchi di Panico,
  • Depressione,
  • Disturbi d’Ansia e Stress,
  • Disturbi Ossessivo – Compulsivi,
  • Gestione del trauma (separazione, abbandono, lutto, fallimento, licenziamento, ecc.)
  • Fobie,
  • Problemi relazionali e di solitudine,
  • Difficoltà nel prendere decisioni,
  • Blocchi creativi,
  • Problemi sul lavoro (di carriera, mobbing, burn out).
  • Orientamento Sessuale,
  • Pensieri Negativi,
  • Problematiche intergenerazionali e familiari,
  • Separazione, divorzio e affidamento dei figli,
  • Autostima e autoefficacia,
  • Gestione del tempo,
  • Problemi di coppia.

Inoltre in collaborazione con la collega si occupano di :

  • Problemi di coppia separazioni, divorzi.
  • Problemi di gestione dei figli
  • Problemi di gestione dei figli in seguito a divorzi, separazioni, lutti.
  • Difficoltà scolastiche, valutazione delle abilità cognitive ed emotive (valutazione DISLESSIA, DISORTOGRAFIA, DISTURBI COMPORTAMENTALI)

Richiedi informazioni ORA

Hai bisogno di un servizio riabilitativo? Contattaci per informazioni o per fissare un appuntamento.

CONSULENZA E SOSTEGNO PSICOLOGICO TERAPIA DI COPPIA E DI FAMIGLIAVALUTAZIONI E CONSULENZE PSICODIAGNOSTICHESUPERVISIONE – CONSULENZA E SOSTEGNO PSICOLOGICO

Esse hanno la finalità di generare un ordine e significati differenti rispetto agli eventi vissuti come drammatici e destabilizzanti.

Quotidianamente abbiamo a che fare con mille problemi di ogni genere e quasi sempre riusciamo senza troppe difficoltà a risolverli ed andare avanti. L’esperienza, l’autostima, il supporto relazionale dei familiari e amici, sono alcune delle risorse che aiutano a fronteggiare con successo i dubbi, le crisi, i blocchi, prese di decisione, i fallimenti, le paure, i sensi di impotenza, le chiusure. A volte però, può succedere che alcune situazioni risultino completamente nuove e inaspettate o talmente “contorte”, complesse e cariche emotivamente da provocare un corto circuito sulla capacità di elaborazione degli eventi e dunque il ritorno allo stato di benessere.

Alcuni esempi di richiesta per un tale tipo d’intervento riguardano: perdita di una persona cara (morte, fine di una relazione d’amore o amicale) e mancata elaborazione del lutto, senso di solitudine, blocchi emotivi, soluzioni alternative per sciogliere relazioni importanti ingarbugliate, blocchi creativi, perdita di autostima, paura di perdere la persona amata, amare di meno, trovare il coraggio per affrontare nuovi cambiamenti, rendersi più indipendenti dalle persone di riferimento, ecc..

TERAPIA DI COPPIA E DI FAMIGLIA

Se state attraversando un periodo difficile con il vostro partner non significa necessariamente che avete bisogno di una terapia. Dovete valutare se le risposte riguardo i conflitti, la loro gestione e le soluzioni intraprese sono funzionali. Con il tempo i punti di vista, le soluzioni e le modalità’ di comunicazione si potrebbero cristallizzare, e continuare a rimanere poco funzionali. La terapia è un percorso in cui le modalità’ comunicative e di ascolto devono essere rivoluzionate per permettervi di trovare nuovi punti di vista, nuove soluzioni. Spesso inoltre le coppie si separano pensando così di risolvere le divergenze, purtroppo non è così e soprattutto quando esistono dei figli i conflitti rimangono congelati e non risolti, determinando grandi difficoltà’ sia nei partner coinvolti che nei loro figli.

VALUTAZIONI E CONSULENZE PSICODIAGNOSTICHE

Nelle valutazioni psico-cognitive in età evolutiva si effettua un colloquio preliminare con i genitori e cui seguono una serie di 4/5 incontri durante i quali il bambino viene sottoposto a test e valutazioni standardizzate sul livello delle abilità cognitive ed emotive raggiunte. Esempi di richieste d’ intervento riguardano: difficoltà scolastiche (dubbi su dislessie, disortografie, ecc…), comportamenti aggressivi o distruttivi od oppositivi, comportamenti “strani”, fobie, paure intense che generano ritiro dalle attività, comportamenti di ritiro sociale, comportamenti depressivi. A tale valutazione fa sempre seguito un piano d’ intervento specifico, discusso e approvato con e dalla famiglia.

SUPERVISIONE

Il colloquio di supervisione, in questo senso, presenta come scopo quello di individuare nodi e dubbi che possono sorgere durante la gestione di un particolare rapporto professionale e sbloccare gli stessi al fine di generare beneficio a se stessi, alla propria professione e soprattutto, al cliente/utente. L’approccio teorico e metodologico utilizzato per la conduzione della supervisione è di tipo sistemico – relazionale.

Il servizio è rivolto a colleghi psicologi, psicoterapeuti e professionisti del sociale come insegnanti, educatori, medici, psichiatri, forze dell’ordine, assistenti sociali, rappresentanti religiosi, ecc..

Richiedi informazioni ORA

Hai bisogno di un servizio riabilitativo? Contattaci per informazioni o per fissare un appuntamento.